El tiempo que te doy: la serie per romantici e non

Quando si nominano film (o serie tv) romantici a qualcuno, le reazioni possibili sono due: c’è a chi si illumina lo sguardo e chi invece alza gli occhi al cielo o storce il naso. Il motivo però è lo stesso: i contenuti di questo genere spesso presentano dinamiche basate su stereotipi, trame troppo simili tra loro e avvenimenti molto lontani da quello che avviene nella vita reale. Per alcuni, i più sognatori, questo è un pregio, perché aggiunge un pizzico di romanticismo alla realtà di tutti i giorni, per altri invece è solo fastidioso. C’è una serie tv che però può mettere d’accordo i due schieramenti:  El tiempo que te doy di Netflix, uscita nel 2021 e scritta da Nadia de Santiago.

Incanto e disincanto

Il tema attorno a cui ruota la miniserie spagnola è quello della perdita: Lina (Nadia de Santiago), con grande dolore affronta la fine della sua lunga relazione con Nico (Álvaro Cervantes), durata 9 anni. I due hanno condiviso momenti importanti e hanno potuto fare affidamento l’uno sull’altra in situazioni difficili. Ora che questo punto d’appoggio non c’è più, Lina dovrà imparare a stare da sola e scoprire nuove parti di sé stessa.

Scena dalla serie El tiempo que te doy (Netflix, 2021)

Parte della nostra personalità e del nostro modo di vedere il mondo dipende dagli incontri che facciamo e dalle persone che frequentiamo. Più tempo passiamo con qualcuno, più la sua influenza sarà forte su di noi. È proprio quello che accade a Lina: la sua relazione con Nico inizia quando lei è poco più che vent’enne e termina dieci anni dopo. Sono anni dove si cresce, si cerca il proprio posto nel mondo e si è fragili: avere qualcuno con cui affrontare tutto questo rende di sicuro tutto un po’ più semplice. Quando ormai Lina pensa di aver trovato stabilità, ecco che la spalla su cui si era sempre appoggiata si scosta e il mondo le crolla addosso. Cercando di rassicurarla, un amico le dirà: “Con il tempo starai bene” ma lei scuote la testa, rifiutando questa teoria.

La serie pone proprio questo interrogativo: davvero il tempo può curare le nostre ferite? All’inizio della serie Lina pensa quasi in modo ossessivo ai tempi passati, ma piano piano riesce a discostarsene. Il suo processo di superamento della rottura è evidenziato prima di tutto dal titolo di ogni episodio: si inizia con Dieci minuti di passato e uno di presente per finire con Dieci minuti di presente e uno di passato (gli episodi durano infatti solamente 11 minuti, una serie perfetta da iniziare ora che le nostre routine riprenderanno). Poi è la stessa Lina che ci guida nelle dinamiche della sua relazione, lasciando lo spettatore ripercorrere con lei i ricordi che le vengono in mente. Partiamo dal primo incontro dei due, che potrebbe appartenere benissimo ai classici film d’amore tanto apprezzati dai più romantici. Più si prosegue con la serie però, più si vedono le diverse sfumature di questa relazione: i ricordi dolorosi, i tradimenti, le parole dure che hanno fatto soffrire entrambi. Proprio per questo la serie potrà piacere a romantici e non: Lina e Nico non sono la tipica coppia da film ma sono una coppia reale.

El tiempo que te doy non è solo una serie romantica incentrata sulla relazione tra i due: attraverso la sua protagonista vuole stimolare lo spettatore a esplorare il più possibile il proprio rapporto con il tempo e i ricordi. Già dai primi minuti si riesce ad entrare in empatia con i personaggi, a comprenderne le azioni e a volerli accompagnare nel loro percorso. La serie non mostra una storia d’amore da favola, ma una ordinaria, che ci cattura proprio perché tutti ci siamo passati o ci passeremo: le emozioni sono qualcosa di irrazionale, che non possiamo controllare. Non scegliamo di chi innamorarci, non scegliamo per chi soffrire. Possiamo però scegliere che impatto queste emozioni hanno su di noi, quanto vogliamo farci guidare da loro. Possiamo scegliere se continuare a soffrire o guarire da dolore.

Possiamo scegliere se vivere nel ricordo o nel presente.

Maël Bertotto

Crediti immagini:

-Scena serie: https://cloudfront-us-east-1.images.arcpublishing.com/infobae/WPBYKTH2ENEJPBT276DA4PNYTY.jpg

-Immagine di copertina: https://mir-s3-cdn-cf.behance.net/projects/404/a151ce128284641.Y3JvcCw4MDgsNjMyLDAsMA.jpg

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...