Dismaland, il parco divertimenti distopico di Banksy

Nel 2015 Banksy ha esposto la sua più grande mostra a cielo aperto, Dismaland: un parco divertimenti distopico, in cui le attrazioni sono l’antitesi del divertimento. Un luogo tetro, lugubre e deprimente costruito apposta per indurre lo spettatore a riflettere sulla società dei consumi. Un esempio di come l’arte del brutto e del malinconico possa in realtà esprimere ideali tutt’altro che banali e rapire le emozioni più viscerali di chi osserva. Tutte le curiosità nel nuovo articolo di @giulia_calvi.

@banksy
@jennyholzerstudio
@davidshirgley
@disneyland
#banksy #dismaland #disneyland #distopia #arte #streetart #curiosità #thepassword #thepasswordunito

Annegret Soltau e il corpo come materiale

Il centro delle opere di Annegret Soltau, artista visuale tedesca e punto di riferimento delle riflessioni artistiche femministe tra gli anni Settanta e Ottante, è il corpo, l’esperienza femminile, la maternità, il conflitto, la violenza, l’interconnessione, la famiglia. Il suo tratto distintivo è un filo nero con cui ricama su delle foto, dei ritratti. La relazione tra personale e politico è la filosofia alla base dei suoi lavori, che variano dal fotocollage alle performance dal vivo alle videoperfomance. In quest’articolo la redattrice Sofia Racco traccia un breve ritratto di quest’artista.

#femminismo #maternità #artivisive #Soltau #annegretsoltau

Perché Spotify Wrapped è una delle campagne di marketing più efficaci del decennio

Ogni anno a Dicembre la piattaforma di streaming musicale rilascia il cosiddetto Spotify Wrapped, dove ogni utente può consultare i dati statistici riguardo alla musica che ha ascoltato durante l’anno.

Questo resoconto annuale, che inizialmente mirava a fidelizzare il cliente, si è ormai trasformato in un fenomeno virale che aumenta la visibilità (e il fatturato) dell’azienda svedese.

In quest’articolo la nostra redattrice, Rebecca Siri, cerca di capire a cosa sia dovuto il successo dell’iniziativa e come si possano implementare tecniche simili anche per altri brand.

#unito #thepassword #thepasswordunito #spotify #spotifywrapped #spotifymusic #spotifyitalia #music #musica #playlist #wrapped #spotifywrapped2022

@spotify @spotifyitaly

Mondiali di calcio in Qatar 2022

Con la partita di giovedì – Costa Rica – Germania – Stephanie Frappart é la prima donna ad arbitrare in un Mondiale. Vignetta di Alessia Molina

L’era del Goblin-mode: tra disagio e rivoluzione.

La #goblinmode spopola sui social come un vero e proprio fenomeno di massa che coinvolge soprattutto le fasce degli utenti social più giovani. La Generazione Z lancia un chiaro messaggio di ribellione, dopo il disagio dovuto alla pandemia, verso il “mondo perfetto” che viene ricostruito e legittimato sul web. Si crea così una vera e propria community di piccoli Goblin che mira a promuovere anche i momenti di ozio come fonte di ripresa dalla produttiva quotidianità ed è proprio di questo che la redattrice Alessia Congiu (@origin_ale) ci parla nel suo ultimo articolo!

#ThePassword #unito #goblinmmode #ozio #relax #momentoperse #mindfullness #benesserepersonale #wellness #Tolkien #social #comunicazione #2022 #disagio #ribellione #GenerazioneZ #giovani #comfort #lifestyle

Divertimento ed insegnamento: dai fool shakespeariani a Ricky Gervais

Da sempre l’intrattenimento ha avuto un ruolo centrale per divertire corti e il grande pubblico e sempre di più oggi è un modo per evadere dalla quotidianità. Grazie alla figura del giullare, che oggi chiameremmo comico, il drammaturgo inglese William Shakespeare, rende l’intrattenimento non solo una forma di divertimento, ma anche di veicolo per messaggi più alti. È proprio il “fool” infatti, che attraverso battute sferzanti ed intelligenti, permette agli spettatori di cogliere il cuore dello spettacolo e della realtà che li circonda, proprio come fanno ancora oggi alcuni comici, primo fra tutti l’inglese Ricky Gervais.
#thepassword #thepasswordunito #comicità #arte #letteratura #spettacolo #shakespeare #rickygervais #intrattenimento
@rickygervais

Il potere di scegliere uno stile che ci rappresenta

Un vestito verde. Da qui parte uno degli scoop di moda più chiacchierati dell’ultima settimana. Margot Robbie si presenta ai Governors Awards di Los Angeles con un abito verde di Bottega Veneta che lascia tutti a bocca aperta: l’attrice infatti, abbandona il suo solito look Chanel, brand di cui era ambassador. Quale dei due look la valorizza di più? Ma soprattutto, quanto è importante saper scegliere uno stile che ci rispecchi? Ce ne parla la nostra redattrice Alessandra Picciariello (@_style_aholic_) nel suo nuovo articolo.
#fashion #MargotRobbie #BottegaVeneta #Chanel #stile #stylist @margotrobbieofficial

Il postmoderno dei Pinguini Tattici Nucleari

Da oltre quarant’anni il fenomeno del postmodernismo ha rivoluzionato il nostro modo di fare cultura, utilizzando i più disparati riferimenti pop della società di massa a proprio vantaggio. Postmodernità dal cinema alla letteratura, passando per l’arte, la musica e la pubblicità.

Ma ci sono ancora oggi esempi di citazionismo posmoderno nel panorama culturale italiano? Nel suo ultimo articolo Giulia Calvi (@giulia_calvi) analizza come la narrazione postmoderna influenzi i testi delle canzoni dei Pinguini Tattici Nucleari.

#pinguinitatticinucleari #ptn #musica #musicaitaliana #postmoderno #postmodernità #indiepop #indie #strangerthings #giovaniwannabe #thepassword #thepasswordunito #unito

Il bilinguismo tra miti e dati di fatto

Negli ultimi anni la narrazione sul bilinguismo si è fatta ancora più serrata: non c’è niente da fare, sembrano concordare tutti, due lingue sono meglio che una. Ma essere bilingue rende davvero una persona più intelligente? Costituisce un vantaggio concreto? E dove mettiamo coloro che apprendono un secondo linguaggio da adulti?
In quest’articolo si cercherà di toccare i punti chiave di un fenomeno sempre più diffuso, cercando di sfatare i miti e analizzando le ultime ricerche sul campo.

#bilinguismo #lingua #bilingue #linguismo #società #cultura

Mercoledì: la recensione

Sbarca su Netflix Mercoledì, la nuova serie prodotta da Tim Burton che reiventa l’immaginario de La famiglia Addams in chiave adolescenziale, per una nuova generazione di fan. La serie segue una Mercoledì Addams ormai adolescente alle prese con omicidi, fantasmi e mostri in una Hogwarts in salsa horror.
Ginevra Gatti ci parla di questo nuovo prodotto, di cosa funziona e cosa delude e di come Mercoledì riesca ad unire il meglio de La famiglia Addams e Tim Burton.

#mercoledì #wednesday #mercoledìnetflix #wednesdaynetflix #jennyortega #timburton #netflix #tvseries #serietv #recensioni #thepassword #ThePasswordUnito