Violenza di genere: il consenso

Nel dibattito relativo alla violenza di genere e in particolare alla violenza sessuale, un aspetto ancora non ben definito e controverso è la nozione di consenso. Il diritto internazionale più avanzato ci dice che ogni atto compiuto senza il consenso di tutti i partner dovrebbe essere considerato violenza, secondo la famosa formula “solo si significa si”.

Perché allora sembra tutto così complesso? Cosa dice il nostro quadro legislativo in merito? Ce ne parla Marta Fornacini nel suo nuovo articolo.

#violenzadigenere #violenzasulledonne #violenzasessuale #consenso #solosìèsì #amnestyinternational #donne #dirittiumani #convenzionediistanbul #dirittidelladonna #thepasswordunito #unito

TAG
@ caraseimaschilista
@robadadonne
@direcontrolaviolenza
@nudm_torino
@cimdrp
@la_lettrice_femminista
@stregafemminista
@_non_sto_zitta
@breakthesilence_ita
@amnesty_international_torino
@wehatepink

Violenza di genere: la vittimizzazione secondaria

Nonostante si parli molto di violenza di genere, e di tutte le forme di violenza fisica e psicologica che una donna può subire nel corso della vita, c’è un fenomeno in particolare che ancora non viene trattato con la delicatezza di cui necessiterebbe: stiamo parlando della vittimizzazione secondaria.
Di che cosa si tratta? Perché l’Italia è di recente stata condannata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo per un caso relativo a questo fenomeno? Ce ne parla Marta Fornacini nel suo nuovo articolo.

#violenzadigenere #violenzasulledonne #vittimizzazionesecondaria #donne #dirittidelladonna #dirittiumani #CEDU #ConvenzionediIstanbul #giustizia #Italia #thepasswordunito #unito

TAG:
@marta_fornacini
@ caraseimaschilista
@robadadonne
@direcontrolaviolenza
@nudm_torino
@cimdrp
@la_lettrice_femminista
@stregafemminista
@_non_sto_zitta
@breakthesilence_ita
@wehatepink

Denim Day: dall’Italia all’Italia trent’anni dopo

Era il 1998, quando la Corte di Cassazione ha affermato che un paio di jeans troppo stretti indossati durante una molestia, avvenuta a Potenza nel 1992, potessero giustificare lo stupro subìto. In tutta Europa, si è diffuso il Denim Day come ricorrenza per ricordare il victim blaming e le vittime di abusi sessuali.
La nostra redattrice Gaia Bertolino ci parla della genesi del Denim Day e di come questo viene (finalmente) ricordato, anche in Italia, con flashmob sparsi per la Penisola.

#denimday #breakthesilenceita #breakthesilence #victimblaming #peaceoverviolence #denimday2022#thepassword #thepasswordunito #unito #gaiabertolino

@almaterratorino
@breakthesilence_italia
@bottega23.fossano
@ilramocoop
@revolution.fossano

Caso Epstein: i dettagli che ancora non sai – Parte 1

Perché il caso Epstein è collegato allo scandalo del principe Andrea? Chi era Jeffrey Epstein?
Il nuovo articolo di Alice Faletti racconta un affare di potere, abusi e denaro che ha sconvolto l’America e il mondo. In questa prima parte vengono raccontati i fatti del caso Epstein, le indagini e gli scioccanti insabbiamenti.
Il denaro, l’incapacità dei federali e la partecipazione di persone influenti hanno impedito il raggiungimento di una vera e propria giustizia per le centinaia di vittime di abusi, permettendo a Jeffrey Epstein di farla franca per anni.

#JeffreyEpstein #Epstein #principealberto #abusi #abusisessuali #stopviolenza #minorenni #VanityFair #DonaldTrump #BillClinton #FBI #denaro #potere #USA #thepassword #thepasswordunito
TAG IG
@attual_mente_
@politicaespressa
@pop_politik
@ilmondodellenotizie
@pasticchedinotizie

Être une femme ambitieuse: volonté à réprimer ou nécessité à exiger?

Depuis les année 80 les femmes sont entrées dans le monde du travail même dans des rôles importants. Cette nouvelle situation a remis en question l’autorité masculine. Les femmes fortes et ambitieuses font peur, donc on essaie d’en refréner l’atteinte par n’importe quel moyen.

L’une des solutions peut être celle de développer une nouvelle école qui ne s’appuie pas sur les stéréotypes.

Giulia Garjona, avec cet article, nous explique ce changement et pourquoi il est primordial de fare face à cette problématique

#giuliabarjona #donne #violenza #paritàdeisessi #diritti #femminismo #maschilismo #disuguaglianze #lavoro #società #unito #thepassword#thepasswordunito

La brutalità della polizia albanese

L’Albania è in rivolta. L’uccisione di un ragazzo di 25 anni da parte della polizia ha acceso la miccia che ha avviato le rivolte che infiammano Tirana da giorni. La potenza di queste ha portato a diverse risposte all’interno dei palazzi del potere albanesi.

Il regista e la fanciulla

Roman Polański è uno dei più brillanti registi della storia del cinema. Nel 1977, tre anni dopo aver girato Chinatown, splendido film con Jack Nicholson nei panni del protagonista, violentò una tredicenne nella villa di quest’ultimo, “con l’ausilio di sostanze stupefacenti”. Fu arrestato con sei capi d’accusa. L’avvocato della ragazzina, per evitare di farla deporre pubblicamente in…

Storia del trattato di pace tra Bloods e Crips

    16 marzo 1991. Latasha Harlins, una quindicenne afroamericana entra in un negozio di Los Angeles, prende un succo d’arancia dagli scaffali e lo mette nello zaino. La commessa, moglie del proprietario, una donna coreana di 51 anni, non vede i soldi che la ragazza ha in mano e la accusa di star tentando…

Castrazione chimica: è davvero la soluzione?

Frequentemente le parole “stupro” e “castrazione chimica” si muovono di pari passo, una conseguente all’altra.  Ne abbiamo sentito parlare molto anche negli ultimi mesi, che hanno visto come protagonisti diversi casi di violenze sessuali avvenuti in varie parti d’Italia. Il ministro dell’interno Salvini, insieme ad un coro di sostenitori, ha rivendicato la necessità della castrazione…