Hikikomori, un fenomeno sociale. Intervista a Elena Carolei.

Il termine hikikomori viene dal giapponese e significa letteralmente “stare in disparte”. Esso deriva dalle parole hiku (“tirare”) e komoru (“fuggire”) e indica una persona che ha scelto di “scappare” fisicamente dalla vita sociale di persona, spesso isolandosi e confinandosi in casa o nella propria stanza. Questo tipo di scelta è dettato da fattori personali e sociali di varia natura. In Italia il fenomeno è diffuso, ma molto poco conosciuto. Per permettere a questa condizione di avere la visibilità che merita di avere, la nostra redattrice Malvina Montini (@malvim95) ha intervistato Elena Carolei, presidente di Hikikomori Italia Genitori.

#hikikomori #hikikomoriitalia #elenacarolei #marcocrepaldi #sensibilizzazione #isolamentosociale #problemisociali #psicologiasociale #psicologia #attualità #giovani #socialità #pandemia #didatticaadistanza #HikikomoriParliamone #malvinamontini #thepassword #thepasswordunito

Tag:
INSTAGRAM:
@hikikomoriitalia
@elenacarolei
@marcocrepaldi
@malvim95

FACEBOOK:
Hikikomori Italia
Elena Carolei
Marco Crepaldi
Hikikomori Italia – Genitori

Effetto spettatore: la diffusione di responsabilità

New York, 1964. Kitty Genovese, giovane ragazza, viene brutalmente assassinata di fronte a diversi testimoni, i quali, non intervennero per aiutarla o intervennero tardivamente.
Giulia Bertolino, in questo nuovo articolo, indaga e analizza il fenomeno sottostante a questo avvenimento: la diffusione di responsabilità. In cosa consiste?
Si tratta di un fenomeno sociopsicologico caratterizzato dalla probabilità che un soggetto si assuma meno responsabilità per un azione se presenti altri soggetti. La peculiarità di questo fenomeno è che è riscontrabile quotidianamente nella vita di ognuno di noi. Andiamo insieme un po’ più nel dettaglio!