Nei Centri di Permanenza per il Rimpatrio mancano i diritti umani

Quando l’unico crimine è essere nato altrove: i Centri di Permanenza per il Rimpatrio sono strutture di trattenimento delle persone senza permesso di soggiorno in attesa di rimpatrio. Le condizioni fisiche e di gestione sono state denunciate per la mancanza di rispetto degli standard igienico-sanitari e dei diritti umani al punto da esser definiti dal rapporto di CILD non rispettosi degli standard definiti dal Comitato europeo per la prevenzione della tortura. Al loro interno sono frequenti i casi di autolesionismo e i suicidi avvenuti nel 2021 hanno fatto emergere i CPR nella cronaca, facendo sorgere riflessioni a riguardo. Ce ne parla anna_franzu
#thepassword #unito #thepasswordunito #annafranzutti #migranti #CPR #prigione #dirittiumani