Silent Hill, torna la nebbia

Da sempre Silent Hill è stato, insieme a Resident Evil, uno dei principali esponenti del genere horror quando si parla di videogames. Dopo alcuni capitoli deludenti la saga è finita in un limbo fatto di voci di corridoio spesso smentite e ritorni (al limite dell’imbarazzante) con skateboard e pachinko. Lo scorso 19 ottobre Konami è però tornata alla ribalta con la Silent Hill Transmission, evento interamente dedicato alla saga in cui sono stati mostrati molti nuovi progetti interessanti. Dal remake del secondo amatissimo capitolo a titoli completamente nuovi, passando anche per un nuovo lungometraggio diretto da Christopher Gans, il nome di Silent Hill sta per tornare a terrorizzare migliaia e migliaia di persone. Il nostro redattore Marco Badini ripercorre l’evento di Konami raccontando gli annunci fatti.

#silenthill #konami # videogames #horror #thepassword #thepasswordunito

La disturbante biomeccanica di H.R. Giger e del suo xenomorfo

Hans Ruedi Geiger è stato e continua ad essere uno dei maestri dell’horror moderno. Grazie alla creatura da lui ideata e disegnata, l’iconico xenomorfo di Alien del 1979, ha velocemente conquistato un importantissimo ruolo tra i creatori di incubi più famosi nella storia dei media audiovisivi.

L’artista, però, è sempre stato un amante dell’orrore e del disturbante, e la sua arte continua ad essere di ispirazione per i futuri inventori dell’horror. Gaia Sposari lo vuole ricordare in questo articolo, a otto anni dalla sua scomparsa.

#hrgiger #alien #aliens #xenomorfo #xenomorph #horror #fantascienza #sciencefiction #pittura #arte #orrore #unito #thapssword #thepasswordunito

X (2022): erotismo e horror

X: A Sexy Horror Story (2022) è l’ultimo film di Ti West, con una incredibile Mia Goth nei panni della protagonista Maxine e della villain Pearl. Un sanguinolento slasher fatto e finito che mischia a sé anche elementi erotici, narra la storia di una troupe di un film hard che si ritrova a dover girare in una casa di campagna nel Texas rurale datagli in affitto da una anziana coppia che non conosce le loro vere intenzioni. Gaia Sposari parla in questa recensione del film e della catena indissolubile tra genere, sessualità e horror.

immagine: Style Magazine – Corriere

Resident Evil, una serie brutta

Resident Evil è un nome che negli anni è diventato uno dei pilastri della cultura pop, con migliaia di giocatori che ad ogni annuncio da parte di Capcom non vede l’ora di gettarsi a capofitto in una nuova terrificante avventura. Al di fuori del mondo videoludico però la serie non ha mai trovato la strada giusta da intraprendere, con lungometraggi che la maggior parte delle volte si sono rivelati prodotti deludenti. Nelle ultime settimane Netflix ha provato a cambiare le carte in tavola proponendo una serie live-action che condivide lo stesso universo narrativo dei giochi. Resident Evil – La Serie è un buon prodotto? La nuova serie di Netflix è un prodotto scadente sotto molti punti di vista. Il nostro redattore Marco Badini in questa recensione ci parla dei vari aspetti che rendono il progetto di Netflix l’ennesima delusione per i fan della saga.

#netflix #videogiochi #residentevil #capcom #horror #flop

Serie italiane mistery-horror: esperimenti da proseguire o flop?

Le serie mistery-horror-sovrannaturali hanno un loro fascino particolare. Trame contorte, personaggi interessanti intrappolati negli eventi, luoghi da cui origina il mistero, tensione crescente… Pensiamo al successo dei recenti Stranger Things e Dark, ma anche, ai suoi tempi, di Lost. Viene da chiedersi se esistono prodotti simili made in Italy, dove, salvo importanti eccezioni, le produzioni…

The Lighthouse: la nuova frontiera dell’horror

Opera seconda dell’americano Robert Eggers, The Lighthouse si configura a tutti gli effetti come un prodotto anacronistico nel panorama del cinema horror contemporaneo. Un anacronismo che certo non ci fa provare rimpianti per quell’accozzaglia di cliché, triti e ritriti, di cui gli horror oggigiorno vengono correntemente infarciti: ulteriore riprova di quanto ormai questo genere fatichi…

Freud: l’Esorciccio del 2020

Qualche tempo fa vi avevamo segnalato una raccapricciante serie su Prime Video, Treadstone. Oggi, in ossequio del miglior cerchiobottismo, vi presentiamo una serie Netflix che ci ha fatto sollevare sopraccigli e dubbi. Sgombrate la mente, oggi parliamo di Freud. Freud è una serie austriaca, presentata per la prima volta alla settantesima edizione del Festival del…

L’horror dove non ti aspetti

Anno dopo anno, le tradizionali celebrazioni di Halloween d’oltreoceano si fanno anche per noi sempre più ricche. Tra travestimenti, serate a tema, film horror ed eventi vari si è alla ricerca dello spavento perfetto con cui festeggiare i giorni intorno al 31 Ottobre. Forse non tutti sanno che la giusta dose di horror si può…

Tucker & Dale VS evil: la commedia horror che manca in Italia

Tucker e Dale sono due amici un po’ bifolchi e un po’ sempliciotti (in inglese hillbiellies, ovvero montanari), ma dall’animo gentile, che sono finalmente riusciti a ottenere la vacanza dei loro sogni: prendere una piccola casetta nel bosco in cui andare a rilassarsi facendo lavori manuali e bevendo birra. Nello stesso periodo, un gruppo di…

Libri in valigia: Lindqvist, “Musica dalla spiaggia del paradiso”

Il calore estivo, la tranquillità di un campeggio in mezzo all’affascinante foresta scandinava, una rilassante pausa nella roulotte insieme alla propria famiglia. Per alcuni è la descrizione della vacanza ideale, ma per i protagonisti di “Himmelstrand” (o “Musica dalla spiaggia del paradiso“, per la traduzione italiana) è l’inizio di un’avventura surreale che si trasformerà in…