Bechdel Test

Siamo così sicuri che i nostri film preferiti rispettino l’uguaglianza di genere? Molte volte ci troviamo davanti opere cinematografiche degne di lode, ma capita che non ci accorgiamo che i personaggi femminili, ove presenti, esistono solo se relazionati a personaggi maschili, dialoghino tra loro solo su argomenti che riguardano gli uomini. Un problema sollevato già nel 1929 da Virginia Woolf e sul quale si è concentrata la fumettista Alison Bechdel dagli anni Ottanta ad oggi. Nel suo ultimo articolo la redattrice Giulia Calvi (@giulia_calvi) ci racconta il rapporto tra cinema e parità di genere attraverso la lente del “Bechdel Test”.

#bechdeltest #alisonbechdel #cinema #film #femminismo #donne #paritàdigenere #curiosià #thepassword #thepasswordunito

Recensioni di fine anno: Chiara di Susanna Nicchiarelli

Tra i film usciti nelle sale italiane nel mese di dicembre “Chiara” di Susanna Nicchiarelli è sicuramente un film unico nel suo genere. La storia di Santa Chiara d’Assisi, seguace di San Francesco e fondatrice dell’ordine delle Clarisse, viene portata sullo schermo con nuove intenzioni e chiavi di lettura. Di questi nuovi significati tratti da una storia antica e dell’importanza di raccontare la storia delle donne attraverso biografie femminili ce ne parla la redattrice Sofia Racco in quest’articolo.

#femminismo #cinema #thepassword #thepasswordunito #unito #chiaradassisi #susannanicchiarelli #recensioni #film #storia

Annegret Soltau e il corpo come materiale

Il centro delle opere di Annegret Soltau, artista visuale tedesca e punto di riferimento delle riflessioni artistiche femministe tra gli anni Settanta e Ottante, è il corpo, l’esperienza femminile, la maternità, il conflitto, la violenza, l’interconnessione, la famiglia. Il suo tratto distintivo è un filo nero con cui ricama su delle foto, dei ritratti. La relazione tra personale e politico è la filosofia alla base dei suoi lavori, che variano dal fotocollage alle performance dal vivo alle videoperfomance. In quest’articolo la redattrice Sofia Racco traccia un breve ritratto di quest’artista.

#femminismo #maternità #artivisive #Soltau #annegretsoltau

Basta guerra sui nostri corpi: la marea transfemminista del 26 novembre

“Per essere autenticamente visionarie dobbiamo fare in modo che la nostra immaginazione si radichi nella nostra realtà concreta e al contempo immaginare possibilità che vanno al di là di questa realtà.”. Questa frase di Bell Hooks, tratta dal suo Il femminismo è per tutti: una politica appassionata, può essere usata per riassumere lo spirito della…

Luride, agitate, criminali: l’istituzione manicomiale e il controllo sui corpi delle donne

Luride, agitate e criminali è il risultato del lavoro di ricerca della storica Candida Carrino: lo studio delle cartelle cliniche delle donne internate in manicomio tra il 1850 e il 1950 ci restituisce una ricca galleria di protagoniste: dalle vedove alle prostitute, dalle idiote alle immorali, dalle infanticide alle uxoricide, dalle lesbiche alle deflorate. Donne vittime della violenza sociale e della violenza psichiatrica, grazie alla cui storia noi impariamo a conoscere i meccanismi delle istituzioni manicomiali attraverso i carteggi rinvenuti.

#lurideagitatecriminali #CandidaCarrino #manicomi #donne #psicologia #salutementale #controllo #internamentofemminile #thepassword #ThePasswordUnito

La favola della rabbia femminile: il caso di Jennifer’s Body

Jennifer’s Body è un film del 2009 diretto da Karyn Kusama, che narra la storia dark comedy e horror di Needy Lesnicki (Amanda Seyfried) che cerca di fermare la sua migliore amica Jennifer Check (Megan Fox) dopo che quest’ultima è stata trasformata in un demone mangia-uomini che sta lentamente uccidendo ogni ragazzo della loro scuola per mantenersi giovane e bella. Inizialmente massacrato dalla critica, il film sembra essere resuscitato dalle ceneri grazie al movimento #MeToo, che ha lo ha riportato in auge dopo aver notato una non così velata lettura femminista del titolo, rivalutandolo anche cinematograficamente. Gaia Sposari ce ne parla in questo articolo.

#jennifersbody #horror #slasher #teenmovie #camp #femalerage #femminismo #meganfox #jennifercheck #amandaseyfried #needylesnicki #karynkusama #metoo

Quando il maschilismo eclissa il talento: l’altra Mozart.

Dall’antichità fino ai giorni nostri il numero di personaggi illustri che hanno fatto la storia è notevole, ma è facile notare come la maggior parte di essi siano quasi sempre uomini. Ma quante donne, nel corso dei secoli, ebbero del potenziale per diventare qualcuno, se solo la società gliel’avesse permesso? In questo articolo @xmonjca ci parla di Maria Anna Mozart, la talentuosa sorella del noto compositore, della quale nessuno parla.

#mariaannamozart #nannerl #wolfangamadeusmozart #donne #femminismo #cultura #musicaclassica #musica #thepassword #thepasswordunito

Mind the Gap: parlare di femminismo

Lo scorso weekend, a Torino, si è tenuta la seconda edizione del festival Mind The Gap, un’occasione per parlare di femminismo in ogni sua forma, in vari luoghi della città.

Con questo articolo la nostra redattrice, Marta Fornacini, ci riporta i momenti salienti di due tra questi incontri: “Parliamo di donne!”, tenuto da Levante e Mauro Berruto e “Parole, Rappresentazioni, Normatività: dal sessismo linguistico al linguaggio inclusivo”, con la partecipazione di Federico Faloppa, Ethan Bonali, Vera Gheno e Martina del Romano.

#mindthegap #femminismo #donne #inclusività #linguaggio #linguaggioinclusivo #sport #musica #eventi #conferenze #Torino #thepasswordunito #unito

@levanteofficial
@mauroberruto
@mindthegap_fest
@circololettori
@offtopictorino
@ffaloppa
@ethanbonali
@a_wondering_sociolinguist
@almostred
@ma_brecht

Torino: uno sguardo antropologico sulla protesta transfemminista dell’8 marzo – parte 1

L’8 marzo 2022, a Torino, si è tenuta una manifestazione del movimento transfemminista che ha fatto da contorno allo sciopero indetto da Non Una Di Meno, in occasione della Festa della Donna. Riprendendo quella protesta e partendo da quell’avvenimento, le nostre redattrici @em.agli e @_gaiabertolino hanno cercato di interrogarsi sul movimento sociale transfemminista attraverso gli strumenti dell’antropologia politica.
In questa prima parte, vengono trattati alcuni punti salienti emersi durante le interviste fatte a proposito del movimento sociale: come, nella coscienza comune, viene interpretato il transfemminismo, l’importanza del linguaggio nella lotta del movimento e il valore delle reti che si vengono a creare.

#Torino #transfemminismo #femminismo #antropologia #intersezionalità #lottomarzo #reti #thepassword #thepasswordunito #emilyaglì #gaiabertolino

@nudm_torino
@xrtorino
@xritaly
@_jenniferguerra_
@cimdrp

“Lotto marzo”: lo sciopero transfemminista colora Torino

Martedì 8 marzo, il centro di Torino si è colorato di rosa in occasione della giornata internazionale della donna. Organizzato dall’associazione “Non una di meno”, a Torino come in altre 30 città italiane, lo sciopero transfemminista è stata un’occasione per portare in piazza numerose istanze legate alla lotta femminista, per dire basta a discriminazioni, stereotipi e ogni forma di violenza. C’è stata per noi la nostra redattrice Marta Fornacini, accompagnata dal fotografo Antonio Ruggiero.

#manifestazione #corteo #8marzo #nonunadimeno #donne #sciopero #scioperotransfemminista #femminismo #giornatainternazionaledelladonna #genere #gender #inclusività #stereotipidigenere #lavoro #scuola #Torino #rosa #thepasswordunito #unito

TAG:
@antonioruggie.ro
@nudm_torino
@collettivalatobi