Rendere attuali i classici: il Pinocchio di Guillermo del Toro

Da quando ha fatto ingresso nel nostro mondo, Pinocchio, non solo ha incantato grandi e piccoli lettori, ma ha anche stimolato numerosi artisti, che ancora oggi si cimentano nel riadattare l’opera canonica sotto varie forme, dal cinema alla musica. L’ultimo anno ha visto molte rielaborazioni cinematografiche della storia di Collodi, la più recente arrivata su Netflix per mano di Guillermo del Toro, che nonostante si sia discostato dall’opera originale, è riuscito a dare una nuova, toccante visione del racconto, dimostra che i classici, come sosteneva Calvino, “non hanno mai finito di dire ciò che hanno da dire”.

#thepassword #thepasswordunito #arte #cultura #lettura #letteratura #cinema #pinocchio #netflix #stopmotion #animazione #carlocollodi #famiglia #classici #guillermodeltoro

@netflixit
@pinocchiomovie

2022… in poche parole!

Quali parole hanno digitato gli italiani sul motore di ricerca Google in questo unico 2022? La redattrice Alessia Congiu (@origin_ale) le illustra nel suo nuovo articolo, delineando la realtà attraverso gli occhi del web.

@google
@drusillafoer
@blanchitobebe
@matberrettini
@rafaelnadal
@azzurri
@giorgiameloni

Letters Live: come rendere omaggio alla parola

Con l’avvento di Internet, il nostro rapporto con l’italiano e la cura delle parole è cambiato drasticamente: la velocità degli SMS ci ha portati a trascurare aspetti chiave della lingua, portando così ad un forte abbassamento del livello dell’italiano scritto. Curare le parole vuol dire curare sé stessi, poiché meglio riusciamo a comunicare quello che proviamo e meglio staremo. L’importanza delle parole è messa in luce dal progetto londinese,“Letters Live” ,dove lettere di ogni spazio e luogo vengono messe in scena dai protagonisti della cultura inglese, ricordandoci quanto sia essenziale usare le giuste parole.

#thepassword #thepasswordunito #lettere #letteratura #arte #parole #lettura #teatro

Dismaland, il parco divertimenti distopico di Banksy

Nel 2015 Banksy ha esposto la sua più grande mostra a cielo aperto, Dismaland: un parco divertimenti distopico, in cui le attrazioni sono l’antitesi del divertimento. Un luogo tetro, lugubre e deprimente costruito apposta per indurre lo spettatore a riflettere sulla società dei consumi. Un esempio di come l’arte del brutto e del malinconico possa in realtà esprimere ideali tutt’altro che banali e rapire le emozioni più viscerali di chi osserva. Tutte le curiosità nel nuovo articolo di @giulia_calvi.

@banksy
@jennyholzerstudio
@davidshirgley
@disneyland
#banksy #dismaland #disneyland #distopia #arte #streetart #curiosità #thepassword #thepasswordunito

Divertimento ed insegnamento: dai fool shakespeariani a Ricky Gervais

Da sempre l’intrattenimento ha avuto un ruolo centrale per divertire corti e il grande pubblico e sempre di più oggi è un modo per evadere dalla quotidianità. Grazie alla figura del giullare, che oggi chiameremmo comico, il drammaturgo inglese William Shakespeare, rende l’intrattenimento non solo una forma di divertimento, ma anche di veicolo per messaggi più alti. È proprio il “fool” infatti, che attraverso battute sferzanti ed intelligenti, permette agli spettatori di cogliere il cuore dello spettacolo e della realtà che li circonda, proprio come fanno ancora oggi alcuni comici, primo fra tutti l’inglese Ricky Gervais.
#thepassword #thepasswordunito #comicità #arte #letteratura #spettacolo #shakespeare #rickygervais #intrattenimento
@rickygervais

Il potere di scegliere uno stile che ci rappresenta

Un vestito verde. Da qui parte uno degli scoop di moda più chiacchierati dell’ultima settimana. Margot Robbie si presenta ai Governors Awards di Los Angeles con un abito verde di Bottega Veneta che lascia tutti a bocca aperta: l’attrice infatti, abbandona il suo solito look Chanel, brand di cui era ambassador. Quale dei due look la valorizza di più? Ma soprattutto, quanto è importante saper scegliere uno stile che ci rispecchi? Ce ne parla la nostra redattrice Alessandra Picciariello (@_style_aholic_) nel suo nuovo articolo.
#fashion #MargotRobbie #BottegaVeneta #Chanel #stile #stylist @margotrobbieofficial

Furti d’arte, furti d’identità

Furti d’arte, Maël Bertotto, 28/11 AM

Il patrimonio culturale di ogni paese determina l’identità del popolo a cui appartiene e, per questo, nella storia è stato una delle vittime principali di guerre e conquiste. Chi occupava un determinato territorio, non solo sottraeva ai conquistati dei beni materiali, ma eliminava anche una parte fondante della loro cultura. Basta pensare a quello che accadde ai popoli colonizzati dall’Europa dal Cinquecento in poi, o alle spoliazioni napoleoniche che accompagnarono di pari passo le conquiste territoriali dell’imperatore francese. Donna Tartt, invece, nel suo libro “Il cardellino”, esplora un altro tipo di furto d’arte, molto più personale e intimo ma che arriverà a coinvolgere comunque una collettività.

#thepasswordunito #thepaasword #maelbertotto #arte #cultura #letteratura #identità #furtidarte #colonizzazione #Napoleone #ilcardellino #DonnaTartt

I momenti più memorabili della storia della musica

La musica è in continua evoluzione e gli artisti memorabili sono, al giorno d’oggi, numerosi. Tuttavia, sono rimasti impressi nella storia alcuni momenti considerati rivoluzionari nel campo della musica e del modo di usufruirne. In questo articolo, Monica Poletti ci parlerà di alcuni dei momenti che hanno segnato la storia della musica.

Buddha10: la bellezza è negli occhi di chi guarda?

Quando un’opera museale diventa tale? Com’è cambiata la percezione dell’arte buddhista dai luoghi originali, fino alle collezioni occidentali a cui è giunta? Come può la tecnologia influenzare tutto questo? Sono solo alcune delle domande poste dalla nuova e quanto mai peculiare mostra Buddha10 presso il MAO di Torino.

Tra collaborazioni internazionali, restauro e messa a critica del concetto stesso di opera d’arte, la nostra redattrice Rachele Gatto (@_gargantuaa_) ci racconta le sfide poste da questo evento museale da non perdere.

#thepasswordunito #thepassword #unito #mostretorino #maotorino #mao #museodarteorientale #buddhismo #buddha #restauro #buddha10 #eventitorino #museitorino #arte #cultura #artemuseale #arteasiatica #sculture #artebuddhista

@mao_torino @abbonamentomuseipiemonte @centro_restauro_venaria_reale

Dare voce alla natura: l’ecocritica

Il tema dell’ecologia è ormai ricorrente, ma sapevate che esiste una vera e propria corrente letteraria che pone l’attenzione sulla natura e sul suo difficile rapporto con l’uomo? In questo articolo Monica Poletti ci parla dell’ecocritica e di come, attraverso diverse prospettiva, essa abbia un effetto di sensibilizzazione sull’ambiente.