Cosa ce ne facciamo dei buoni propositi?

L’arrivo di gennaio significa soltanto una cosa: l’inizio del nuovo anno. È un periodo di bilanci rispetto all’anno precedente, ma soprattutto l’inizio di un nuovo capitolo. Non c’è nulla di più umano del fare progetti per i 12 mesi che verranno e, infatti, ecco che stiliamo la lista dei buoni propositi. 

C’è chi si ripromette di fare più sport, chi di viaggiare più spesso, chi vuole cambiare lavoro, casa o direttamente vita. Il problema è che tra volere e il realizzare ce n’è di strada. 

Tutta l’energia da cui ci sentiamo invasi nei primi giorni del nuovo anno svanisce quando si torna al lavoro, o quando, come nel nostro caso, inizia la sessione invernale; la lista di buoni propositi stilata tra la fine di dicembre e l’inizio di gennaio viene relegata nel cassetto, un po’ come il maglione brutto che ci ha regalato quello zio che vediamo sì e no un paio di volte l’anno. Ma cos’è che ci impedisce di realizzare i nostri propositi?

Inserire nuove abitudini nella nostra vita è una delle cose più difficili. Quello che facciamo ogni giorno avviene in maniera  talmente automatica che il nostro cervello fatica a inserire nuovi passaggi, ma non significa che questo sia impossibile. Ecco, quindi, qualche consiglio:

1. Il primo passo è quello di darsi tempo: è giusto prefissarsi un obiettivo e anche un periodo entro il quale portarlo a termine, ma non dobbiamo essere troppo rigidi. Siamo esseri umani e, per citare John Lennon, “La vita è ciò che ti accade quando sei tutto intento a fare altri piani.” Perciò non fasciamoci la testa e non siamo troppo esigenti con noi stessi;

2. Siamo ciò che mangiamo pensiamo: i nostri pensieri plasmano il nostro agire. Per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti – o più in generale ciò che desideriamo – dovremmo evitare la tendenza del “tutto o niente”. Il mondo non è fatto di bianco e nero ma di sfumature intermedie. Un esempio pratico? Magari hai deciso di leggere 3 libri al mese, ma con l’università, il lavoro e la vita sociale riesci a malapena a finirne due. Considera che due sono meglio di zero, quindi stai già facendo tanto rispetto all’anno precedente;

3. Evita di focalizzarti solo su ciò che non riesci a fare. Capita a tutti di entrare nei loop di negatività, soprattutto quando ci si paragona agli altri. Prendi coscienza che ogni situazione è unica e singolare e che l’esperienza nella sua complessità è più importante di un singolo “insuccesso”;

4. Sii smart. Poniti pochi obiettivi e descrivili nello Specifico; individua delle tappe con cui potresti Monitorare il tuo avanzamento verso la meta; definisci il tuo raggio d’Azione, capendo se il tuo desiderio è Realistico e individua un Tempo nel quale pensi di poterlo raggiungere.

Spesso il percorso verso un cambiamento, sia piccolo che grande, è costellato da salite e sconfitte. Ma questo non significa che la vetta sia irraggiungibile. Sii fiero di aver iniziato a camminare, prenditi il tuo tempo e, come si fa in montagna, affrontalo con passo lento e costante.

Accantonata la parte motivazionale, è importante ricordare che la lista dei buoni propositi è – e deve rimanere – solo un incentivo del singolo a cercare di migliorarsi. La società ci impone troppo spesso di essere performanti, dando il meglio per raggiungere una meta che si sposta sempre un passo più in là. Siamo immersi nella retorica del “se ti impegni puoi fare tutto” alternata a quella del “se non ci riesci è perché non ci hai creduto abbastanza”. Sarebbe bello se fosse così, ma nella realtà ciò che possiamo e riusciamo a fare è influenzato da diverse variabili: il luogo in cui nasciamo, la classe a cui apparteniamo, le attitudini personali e il genere in cui ci identifichiamo, solo per nominarne alcune. Darsi un obiettivo è uno stimolo, a volte necessario, che però non deve trasformarsi in un’ossessione vincolante.   

Jessica Pons

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...