Un viaggio nell’Inghilterra: pellegrinaggi di ieri e di oggi

VIAGGIARE TRA PASSATO E PRESENTE

Partire a lungo per un viaggio oggi è sempre più difficile: viaggiamo perlopiù per lavoro, per staccare dalle nostre routine e rilassarci un poco, ma sempre per un periodo di tempo molto limitato. Nella contemporaneità è molto raro compiere un  viaggio inteso come percorso spirituale, sebbene per moltissimi secoli l’unico viaggio concepibile fosse proprio il pellegrinaggio. Viaggiare verso un luogo di culto era parte integrante della vita di ogni fedele di qualsiasi religione, infatti ancora oggi si possono individuare mete specifiche per ogni tipo di fede: da Gerusalemme per ebraici e cristiani, a cui si associano anche Roma e Santiago di Compostela, alla Mecca per i musulmani,  Haridwar, Allahabad e Calcutta per gli induisti, e  Kumano Kodo e il Cammino degli 88 templi in Giappone.

PELLEGRINAGGIO NEL MEDIOEVO: LE CANTERBURY TALES (G. CHAUCER, 1387 ca.)

Il pellegrinaggio ha da sempre caratterizzato la cultura di ogni civiltà, ma è durante il Medioevo che assume un ruolo di grande rilevanza nella vita di ogni fedele. Esso era concepito come pratica di espiazione dei peccati (viaggiare da soli per lunghe distanze significava incorrere in numerosi pericoli, dai banditi a strade insidiose) ma anche di devozione verso un luogo simbolico del proprio culto (San Pietro a Roma per i cristiani, ad esempio). Non è un caso, dunque, che nella letteratura medievale, si ritrovi come tema centrale di alcune opere proprio il pellegrinaggio (La Divina Commedia di Dante, o Everyman nella letteratura anglosassone).

Una fedele rappresentazione di ciò che poteva essere un pellegrinaggio all’epoca viene data da Geoffrey Chaucer ne le Canterbury Tales (ca. 1387). Nell’opera (incompiuta) viene descritto il viaggio intrapreso da trenta pellegrini verso la cattedrale di Canterbury, per rendere omaggio alla reliquia di Thomas Becket, arcivescovo della città ucciso da quattro uomini del re. Prima di partire per il viaggio, si decide che ogni pellegrino dovrà raccontare due storie all’andata e due al ritorno: le storie, così come la descrizione di ogni personaggio nel prologo, fanno da specchio a quelli che erano il pensiero e la società dell’epoca, ma ne sfatano anche alcuni miti. Poco sopra si è parlato del pellegrinaggio medievale come viaggio solo di penitenza o spirituale, ma con grande sincerità e ironia, Chaucer dimostra che non era esattamente così: ci sono uomini e donne di Chiesa, come il Venditore di indulgenze o la Priora, che si dimostrano falsi fedeli, facendoci capire dunque che alla fine, ciò che conta non è tanto la meta, ma come si affronta il viaggio.

Trailer de Le Canterbury Tales di P. Pasolini (1972)

REFUGEE TALES

Se Chaucer ci offre uno specchio della società medievale, Refugee Tales ci fa vedere invece i veri protagonisti della nostra società, che però spesso non guardiamo. Ispirato dalle Canterbury Tales, il Gatwick Detainees Welfare Group, ha deciso di lanciare il progetto Refugee Tales in risposta alle politiche sull’immigrazione della Gran Bretagna, unico paese nel territorio europeo dove i richiedenti asilo vengono tenuti nei centri di detenzione illimitatamente. Nel 2015 l’organizzazione ha dato il via al progetto: una camminata nella stessa campagna inglese percorsa dai protagonisti di Chaucer, dove ex rifugiati e richiedenti asilo condividono le loro storie con attivisti, politici, scrittori e chiunque altro sia pronto ad ascoltarli. Le storie sono state poi inserite in volumi strutturati esattamente come le Canterbury Tales: un prologo, seguito dai racconti condivisi dai rifugiati. Le storie vengono raccontate direttamente dai rifugiati oppure da uno degli scrittori, che però si occupa solamente di trascrivere quello che gli viene raccontato, lasciando il narratore in prima persona. Dopo anni di camminate e battaglie, il progetto è giunto al quarto volume, continuando a mettere in luce una realtà molto spesso ignorata ma che ha bisogno di essere ascoltata. 

L’IMPREVEDIBILE PELLEGRINAGGIO DI HAROLD FRY (R. Joyce, Black Swan, 2012)

Rimanendo sempre in territorio inglese, un altro esempio di declinazione di pellegrinaggio contemporaneo è dato dal romanzo di Rachel Joyce L’Imprevedibile Pellegrinaggio di Harolod Fry (Black Swan, 2012). Harold Fry, 65enne inglese, dopo aver ricevuto la notizia che una sua cara amica, Queenie Hennessy, è ricoverata in un ospedale nel nord dell’Inghilterra per un grave tumore, decide di rimettersi in contatto con lei dopo anni di silenzio. Un incontro casuale però lo spinge a fare qualcosa in più,  che per  lui sarebbe stato impensabile: mettersi in cammino per salvarla. Senza avvisare la moglie Maureen –con la quale i rapporti sono diventati sempre più difficili– senza attrezzatura o scarpe adatte e senza il giusto allenamento, Harold, spinto solamente dal suo obiettivo si mette in viaggio, pronto ad affrontare 1010 km a piedi per dare speranza all’amica. Il cammino di Harold non sarà solamente fisico, ma soprattutto spirituale: sarà per lui un modo per fare i conti con il suo passato, i suoi errori e le sue debolezze, ma gli mostrerà anche le moltissime sfaccettature degli esseri umani. Con la sua perseveranza, Harold diventerà un simbolo di cosa vuol dire affrontare la vita: gli ostacoli saranno numerosi, ci saranno moltissime delusioni, ma nonostante questo, se spinti da uno scopo e circondati dalle persone giuste, tutto diventa possibile.

Trailer libro “The Unlikely Pilgrimage of Harold Fry” (R. Joyce)

Maël Bertotto

FONTI

-https://it.wikipedia.org/wiki/Pellegrinaggio

-https://www.treccani.it/enciclopedia/pellegrinaggio_%28Enciclopedia-Italiana%29/

-https://www.ilcamminodisantiago.net/cos-e-il-pellegrinaggio/

-https://www.studenti.it/pellegrino-nel-medioevo-descrizione-simboli-storia.html

The Unlikely Pilgrimage of Harold Fry (R.Joyce, Pickwick, 2012)

Refugee Tales vol. 3 (D. Herd, A. Pincus, CommaPress, 2019)

CREDITI IMMAGINI

-Video Canterbury Tales: https://www.cittapasolini.com/pasolini-i-racconti-di-canterbury

-Refugee Tales: https://www.eventbrite.co.uk/o/refugee-tales-33229967825

-The Unlikely Pilgrimage of Harold Fry: https://www.rachel-joyce.co.uk/rachel-joyce-books/the-unlikely-pilgrimage-of-harold-fry/

-Immagine di copertina: https://www.telegraph.co.uk/travel/destinations/europe/united-kingdom/articles/british-pilgrimage-trust-walks-canterbury/

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...