Worker Lives Matter: i cinesi dicono basta allo sfruttamento sul lavoro.

Fonte immagine di copertina: https://jingdaily.com/china-996-culture-workers-lives-matter/

Non tutti possono conciliare professione, famiglia, hobby e amici: questo avviene, ad esempio, in Cina con la cultura del “996”.

Il termine “996” indica un tratto peculiare della cultura lavorativa cinese, ovvero la diffusa pratica di lavorare dalle nove del mattino alle nove di sera, per sei giorni alla settimana. È un fenomeno che riguarda tutti i settori lavorativi cinesi, soprattutto i meno tutelati come quelli occasionali o su chiamata.

Anche se viene visto come un segno di dedizione per il proprio mestiere, si tratta in realtà di un fenomeno che ha provocato anche numerose vittime: uno degli ultimi casi riguarda la morte a soli 44 anni di Zhang Rui, il fondatore di Doctor Chunyu. Ha fatto molta polemica anche il caso di due lavoratori di Pinduoduo, morti per lo stress e il troppo lavoro.

Ad agosto di quest’anno la cultura del “996” è stata dichiarata illegale dal governo cinese. In realtà, secondo la legge del lavoro, in particolare gli articoli 26, 41 e 43, questa condizione era già vietata, poiché le ore lavorative dovevano essere otto per giorno e quarantaquattro a settimana, concedendo poche eccezioni ma mai particolarmente eccessive, per un massimo di trentasei ore mensili. Tutte quelle norme aziendali che danno la possibilità di avere orari più lunghi sono da reputarsi illegali, così come lo sono anche tutti quegli accordi per cui un qualsiasi dipendente rinunci volontariamente al pagamento degli straordinari. Nonostante essa sia vietata, le aziende hanno sempre trovato accorgimenti per evitare queste norme.

Un gruppo di giovani studenti cinesi, a causa degli estenuanti orari di lavoro, hanno iniziato una campagna per combattere questa situazione. Essi hanno dato vita ad un post sulla piattaforma per informatici GitHub, lanciando la campagna dal titolo “Worker Lives Matter”. Hanno creato un foglio di calcolo ad accesso aperto che doveva essere compilato da tutti i lavoratori con il proprio programma lavorativo. Il foglio di calcolo, denominato WorkingTime, invitava i collaboratori a registrare il titolo della propria occupazione, il nome della compagnia, la posizione, gli orari di inizio e fine giornalieri, le ore di pranzo e il numero di giorni lavorativi alla settimana. Pochi giorni dopo la pubblicazione sul web del foglio Excel, più di 4000 impiegati avevano già risposto all’invito.

Non è la prima volta che viene lanciata una campagna del genere: circa due anni fa nacque “996.icu”. Con questa sigla si intende il reparto di terapia intensiva, ovvero il luogo in cui temevano di finire i lavoratori a causa dei ritmi strazianti. Al contrario di quest’ultima, però, il movimento Worker Lives Matter potrebbe finalmente portare ad un vero e proprio cambiamento poiché affiancato dal Partito Comunista Cinese.

Nonostante alcuni giganti del settore tech, tra cui Jack Ma, presidente della multinazionale Alibaba, abbiano definito il “996″ come “un’enorme benedizione”, le generazioni più giovani della Cina si sono sempre più opposte a questa idea, creando questo tipo di iniziative con l’intento di migliorare la situazione.

Un fatto molto interessante, però, riguarda le reazioni occidentali alle varie proteste portate avanti nel corso degli anni in Cina: alcuni sono d’accordo con i dipendenti cinesi e ritengono che sfruttare i propri impiegati senza pagarli sia un metodo di competizione indebita da parte dei grandi colossi; altri fanno invece notare come questa situazione abbia radici nel mito della produttività nata negli Stati Uniti con Microsoft, Apple e Facebook.

Natasha Asunis

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...